Con 15 dipendenti scatta l’obbligo di assunzione. Inasprite le sanzioni

Richiedi Informazioni

Una delle più significative modifiche alla Legge 68 apportata dal Jobs Act riguarda l’abolizione del cosiddetto “regime di gradualità”: al raggiungimento della sedicesima unità computabile l’azienda aveva un anno di tempo per assumere un lavoratore con disabilità (va ricordato che non tutti i lavoratori sono computabili: avere 15 unità lavorative non significa necessariamente avere 15 dipendenti). A partire dal 1° gennaio 2017 l’azienda è obbligata – e ha 60 giorni di tempo per essere ottemperante – ad assumere un disabile (è quindi abrogato il comma 2 dell’Art. 3 della ex Legge 68/99).

A corredo di queste modifiche, il Decreto 185/16 eleva la sanzione giornaliera ad € 153,20 per ogni giorno di ritardo (viene modificato il comma 4 dell’Art. 15 della Legge 68). Detta sanzione, ovviamente valida per tutte le aziende interessate, scatta nel momento in cui, trascorsi i 60 giorni dall’insorgenza dell’obbligo, il datore di lavoro risulta ancora inottemperante. Secondo quanto dispone il suddetto decreto (con l’introduzione del comma 4 bis sempre dell’Art. 15), per la violazione di cui al comma 4 trova applicazione la procedura di diffida (si richiama l’Art. 13 del D. Lgs. 124/2004): in altre parole l’azienda deve provvedere, entro 30 giorni dal verbale che attesta l’inadempienza, alla richiesta di assunzione per tramite degli uffici competenti del Collocamento mirato. In questo caso la sanzione viene ridotta di 3/4.

Non assumere un lavoratore con disabilità può costare ad un’azienda approssimativamente € 36.768 annui (considerando un valore medio mensile di € 3.064, ricavato moltiplicando per 20 giorni lavorativi la sanzione di € 153,20 al giorno; se i giorni lavorativi fossero 6, l’importo aumenterebbe).

Infine, è opportuno far notare che non solo le aziende private sono interessate dall’obbligo e a partire dal quindicesimo dipendente, ma anche il datore di lavoro genericamente inteso, come organizzazioni senza scopo di lucro, partiti politici e organizzazioni sindacali.

Desideri maggiori informazioni sulla normativa e le opportunità legate all'assunzione di personale appartenente alle categorie protette?

Inserisci i tuoi dati per essere contattato dal nostro team