I nuovi incentivi: le misure e le modalità di erogazione

Richiedi Informazioni

Qual è la misura e la durata del nuovo incentivo?

•        70% della retribuzione (prima era il 60%) mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per i lavoratori con riduzione della capacità lavorativa superiore al 79 % assunti a tempo indeterminato (durata: 36 mesi);

•        35% della retribuzione (prima era il 25%) mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per i lavoratori con riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% ed il 79% assunti a tempo indeterminato (durata: 36 mesi);

•        70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali per i lavoratori con disabilità intellettiva e psichica con riduzione della capacità lavorativa superiore al 45 % (assunti a tempo determinato o indeterminato). Nello specifico, se l’assunzione è a tempo indeterminato, l’incentivo è concesso per 60 mesi.

 

Cosa si intende per modalità telematica di attivazione?

Il datore di lavoro deve inviare all’Inps una domanda preliminare di ammissione all’incentivo. La richiesta può essere inviata sia per le assunzioni in corso (quelle già avvenute successivamente al 1 gennaio 2016) che per i rapporti di lavoro non ancora iniziati. La domanda va inoltrata per via telematica attraverso il sito www.inps.it e riporta i dati identificativi del lavoratore disabile, la tipologia di disabilità, la tipologia di rapporto di lavoro (se a tempo determinato, va indicata la durata) e l’importo dell’imponibile lordo annuo ed il numero di mensilità

 

Esistono condizioni particolari da rispettare per avere diritto all’incentivo?

In generale, l’adempimento degli obblighi contributivi e l’osservanza delle norme a tutela delle condizioni di lavoro, il rispetto dei CCNL e degli accordi territoriali e aziendali. Merita la segnalazione di un fattore particolarmente importante e cioè deve essere realizzato l’incremento netto dell’occupazione rispetto alla media della forza occupata nell’anno precedente l’assunzione o la trasformazione del rapporto di lavoro.

 

Altro da sapere?

Entro 5 giorni dall’invio dell’istanza, l’Inps verifica la disponibilità residua delle risorse e in caso positivo comunica che è stato prenotato in favore del datore di lavoro l’importo massimo dell’incentivo, proporzionato alla retribuzione indicata. Entro 7 giorni dalla ricezione della comunicazione di prenotazione positiva dell’istituto, il datore di lavoro deve (se ancora non lo ha fatto) stipulare il contratto di assunzione (oppure di trasformazione), pena la decadenza del diritto all’incentivo. A seguito dell’autorizzazione dell’Inps, l’incentivo può essere fruito in quote mensili dal datore di lavoro, mediante conguaglio nelle denunce contributive

Desideri maggiori informazioni sulla normativa e le opportunità legate all'assunzione di personale appartenente alle categorie protette?

Inserisci i tuoi dati per essere contattato dal nostro team